SEA AUTOMAZIONI Quadri elettrici d'Automazione, Distribuzione, Controllo e Potenza con PLC / HMI / SCADA
Home » Notizie

Notizie

► Le nostre News ◄

► Le nostre News ◄ - SEA AUTOMAZIONI

Per essere sempre aggiornati su tutte le News del settore nel campo normativo e tecnologico, redatte dai Tecnici della SEA Automazioni s.r.l.

09/03/2017 commenti (0)

► La delibera AEEG n°778/16/R/EEL del 22 dicembre 2016

► La delibera AEEG n°778/16/R/EEL del 22 dicembre 2016 - SEA AUTOMAZIONI

L’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas ed il Sistema Idrico (AEEG) ha pubblicato la delibera 778/16/R/EEL del 22 dicembre 2016, con la quale definisce i nuovi corrispettivi per i prelievi di energia reattiva degli utenti BT (>16,5Kw) e MT in vigore per l'anno 2017.

Restano altresì invariati alcuni punti fondamentali della delibera AEEG n°654/2015, tra cui :

  • Non è consentita l'immisisone in rete di Potenza Reattiva;
  • Il fattore di potenza "istantaneo", che nelle fasce orarie F1 e F2 in corrispondenza del massimo carico calcolato come valore medio in un quarto d'ora, non deve essere inferiore a 0,9;
  • Il fattore di potenza medio mensile non deve essere inferiore a 0,7;

Le disposizioni sopra elencate sono applicate a tutti gli utenti allacciati in BT o MT, con potenza impegnata maggiore di 16,5kW e se non rispettate possono comportare la sospensione del servizio.

Il rifasamento riveste inoltre, un ruolo fondamentale anche nella nuova parte 8-1 della norma CEI 64-8, in vigore dal 1 novembre 2016, che “tratta le prescrizioni e le raccomandazioni per il progetto di un impianto elettrico nel quadro di un approccio di gestione dell’efficienza energetica, per ottenere il miglior servizio permanente funzionalmente equivalente, con il consumo di energia elettrica più basso e nelle condizioni di disponibilità di energia e di equilibrio economico più accettabili”.

Fonte : http://www.voltimum.it/articolo/notizie-tecnico-normative/rifasamento-novita-2017

 

09/03/2017 commenti (0)

► La nuova norma CEI EN 61439

► La nuova norma CEI EN 61439 - SEA AUTOMAZIONI

Da novembre 2014, è entrata in vigore la nuova norma CEI EN 61439-1 che sostituisce la precernte CEI EN 60439-1.

La nuova norma CEI EN 61439-1 assume un ruolo centrale nella regolazione delle sotto norme, a differenza di quanto accadeva, dove vi era una completa autonomia di ogni norma subordinata rispetto alla CEI EN 60439-1.

Insomma, la nuova CEI EN 61439-1 costituisce la parte generale per i quadri di BT, mentre le altre parti che man mano saranno pubblicate, sono quelle relative alla specifica tipologia di quadro e dovranno essere lette congiuntamente alla parte generale.

La struttura della nuova norma CEI EN 61439.

Compresa la norma tecnica madre, saranno complessivamente sei le CEI EN che regoleranno i quadri elettrici BT :

61439-1 prestazioni obbligatorie valide per tutti i tipi di quadro elettrico per bassa tensione

Questa norma prescrive le prestazioni generali per tutti i tipi di quadri progettati, costruiti e verificati sia in quantità singola che standardizzati e costruiti in serie; possono essere richiesti requisiti generali supplementari per quadri elettrici per uso navale, per uso ferroviario, per uso in atmosfere esplosive (visita la pagina dedicata sul sito CEI).

61439-2 normativa relativa ai quadri di potenza

La CEI EN 61439-2 definisce i requisiti di sezionamento, protezione e comando dei quadri di potenza PSC Assemblies (Power Switchgear Controlgear) con tensione nominale ≤ 1000 V in corrente alternata e 1500 V in corrente continua.

61439-3 normativa relativa ai quadri di distribuzione finale

61439-4 normativa relativa ai quadri per cantieri

61439-5 normativa relativa ai quadri di distribuzione di potenza

61439-6 normativa relativa ai quadri per sistemi di sbarre

Le CEI EN 61439-3 -4 -5 e -6 sono state previste e pianificate ma saranno definitivamente rese disponibili entro il 2015.

La nuova serie di norme CEI EN 61439 considera il quadro elettrico a bassa tensione come un componente elettrico più o meno complesso che svolge i compiti di comando, manovra, controllo e protezione al quale è affidata la funzione di interfaccia tra il punto di consegna del Distributore nazionale e l'intero impianto elettrico utilizzatore.

09/03/2017 commenti (0)

► Adeguamento Par.8.8.6.5 e All.M Norma CEI 0-16 III Ed.

► Adeguamento Par.8.8.6.5 e All.M Norma CEI 0-16 III Ed. - SEA AUTOMAZIONI

È partito il conto alla rovescia per l’adeguamento a quanto riportato nell’art.2 della delibera dell’AEEG n°421/2014/R/ELL, valido per i produttori di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili quali Eolica e/o Solare Fotovoltaica, a partire da una potenza maggiore o uguale a 100kW connessi o da connettere alle reti di Media  Tensione per i quali è stata presentata la richiesta di connessione in data antecedente all’1 gennaio 2013.

Il termine ultimo è stato fissato per il 31/01/2016 oppure entro la data di entrata in esercizio qualora successiva. Il produttore in seguito all’avvenuto adeguamento dell’impianto di produzione alle prescrizioni previste nella delibera al comma 2.1, è tenuto a darne comunicazione all’impresa distributrice con tutti gli assolvimenti tecnico/burocratici previsti nella delibera al comma 2.3.

Nella delibera viene anche descritto l’aspetto “operativo/finanziario” che in questi giorni e nelle settimane a seguire porterà i produttori alla corsa per l’esecuzione dei lavori necessari all’adeguamento, in quanto illustra le modalità di accesso al piccolo incentivo riservato a tutti i produttori interessati che effettueranno le comunicazioni alle rispettive imprese distributrici entro il 30/06/2015 e in forma dimezzata entro il 31/08/2015.

L’incentivo infatti sarà erogato in misura decrescente a seconda della data di avvenuta comunica e nello specifico come riportato ai commi 2.6 e 2.7.

Di seguito riportiamo il link dove potrete leggere e scaricare la delibera :

http://www.autorita.energia.it/allegati/docs/14/421-14.pdf

L’adeguamento nel merito di quanto riportato al comma 2.1 della delibera AEEG n°421/2014/R/ELL riguarda le prescrizioni previste al Paragrafo 8.8.6.5 e all’Allegato M della Norma CEI 0-16- III Ed. riferite alla possibilità da parte del Distributore di poter eseguire le operazioni di “teledistacco”  degli impianti di produzione attraverso apposito sistema centralizzato realizzato dalle stesse Imprese Distributrici (vedi art.3 delibera AEEG n°421/2014).

Il produttore pertanto dovrà dotare il suo impianto di produzione di idoneo dispositivo atto a garantire le funzioni di teledistacco e invio segnali di stato al sistema centralizzato dell’impresa distributrice.

Di seguito riportiamo il link dove potrete leggere e scaricare i vari dispositivi ad oggi dichiarati conformi All’Allegato M CEI 0-16 IIIEd. dalle aziende costruttrici associate all’ANIE :

http://anienergia.anie.it/wp-content/plugins/acd-attach-document/acd-get-document.php?post_ID=2039&file_name=dispositivi-allegato-m-cei-0-16-n-7.pdf

09/03/2017 commenti (0)